Crea sito

Arriva il primo film LGBT in India

Arriva il primo film LGBT in India

Ebbene si, finalmente anche l’India riceve una scossa innovatrice, portando su i suoi schermi un film saffico. Intitolato originalmente: Ek Ladki Ko Dekha Toh Aisa Laga, che tradotto significa “Come mi sono sentita quando ho visto quella ragazza”.

Questo permetterà anche all’India di avere il proprio dibattito sull’ondata del #MeToo. La regista spera di coinvolgere non solo un pubblico femminile. La promessa della regista è quella di smantellare lo stereotipo della donna che sposa il marito scelto per lei, che tenta di rinfrescare il pensiero conservatore e tradizionalista divertendo il pubblico.

Trama abbastanza semplice, ma al contempo necessaria.

La protagonista, Sweety, interpretata da Sonam Kapoor, ha paura di dire la verità a suo padre (che altro non è Anil Kapoor, padre naturale dell’attrice): non è un uomo la persona che vuole sposare bensì una donna, che ama da sempre e che le ha chiarito ogni dubbio sulla sua identità sessuale.

Il merito va accreditato anche a Shelly Chopra Dhar, che debutta alla regia all’età di 62 anni. Lei, madre di un ragazzo gay, ha scritto la sceneggiatura del film insieme a Gazal Dhaliwail, che è un’attrice transgender. La regista racconta quanto questa pellicola sia non solo introspettiva ma anche collettiva. Vorrebbe che il suo lavoro aiutasse i ragazzi/ragazze omosessuali indiane che vivono nella paura dei pregiudizi del loro paese e, forse, anche della loro stessa famiglia. Shelly ha infatti mandato un messaggio a cuore aperto soprattutto ai genitori dei figli gay, sperando che narrare la propria storia possa facilitare il percorso di accettazione di altri.

“[…]Vogliono intendere l’amore in un solo modo, senza capire che il sentimento non ha bisogno di essere qualificato. Non si basa sul sesso di nascita né su caste o religioni. L’amore è solo emozione allo stato puro. Per questo, ho voluto fare un film che frantumasse i pregiudizi dell’India, perché è con i pregiudizi che siamo cresciuti”, conclude così.

-RedSara

Seguici su Instagram : https://www.instagram.com/realrosydc/

You may also like...