Crea sito

“Non accettiamo gay e animali” una casa vacanza in Calabria rifiuta una coppia gay

La denuncia dell’arcigay: “Siamo indignati e disgustati”

E’ successo nella frazione di Santa Maria, a Ricadi, nel Vibonese, l’uomo che affitta la sua proprietà per le vacanze non appena si è accorto che i suoi ospiti erano due uomini ha subito fatto chiarezza “Non accettiamo gay e animali” ha scritto per messaggio. I due giovani si sono rivolti all’Arcigay di Napoli per denunciare l’accaduto ed è stata proprio l’associazione a denunciare il fatto.

Gennaro, uno dei due giovani ha dichiarato :

“Quando ho letto questo messaggio mi è cascato un silos di acqua gelata addosso” e ha poi aggiunto “Nella mia mente si è materializzata l’immagine drammaticamente famosa dei cartelli nazisti esposti fuori ai negozi, con i quale si proibiva l’ingresso ai cani e agli ebrei. Ma da allora sono passati settanta anni e questa storia non può essere ignorata”.

Il ragazzo ha poi raccontato che dopo aver cercato sul web delle guest house le loro preferenze erano ricadute su questa, una volta effettuata la prenotazione il proprietario aveva chiesto alcune informazioni sui futuri ospiti : “Dopo regolare prenotazione, siamo stati contattati dal proprietario della struttra, che ha chiesto alcune informazioni aggiuntive. Dopo averci congedati, il proprietario ha ritenuto opportuno fare una precisazione importante, in toni anche visibilmente imbarazzati ‘Non accettiamo gay ed animali‘”.

Incredulo Gennaro si chiede “Possibile che, in un momento storico nel quale ci si interroga politicamente sulla necessità di eguagliare le unioni incentrate sull’amore di qualsiasi genere, ci sia ancora chi, con tanta leggerezza, discrimini sulla base dell’orientamente sessuale? I soldi per l’affitto che io e il mio compagno gli avremmo dato non sarebbero stati uguali a quelli che avrebbe ricevuto da una qualsiasi coppia etero? Nel mio cuore ho pensato alle ricadute pesantissime che un messaggio del genere avrebbe potuto avere su un ragazzo più giovane, che fatica ad accettarsi, o che semplicemente è più sensibile. Nessuno deve sentirsi inaccettato“.

L’Arcigay di Napoli ha espresso profonda solidarietà verso i due ragazzi e ha chiesto l’esclusione della casa vacanza da tutti i siti di prenotazione turistica. Ma peggio di quello che ho riportato in questo articolo ci sono solo i commenti che seguono a questa notizia.

Infatti da quando la vicenda è venuta alla luce, e ha fatto il giro del web, molti sono i commenti. Tantissimi sono d’accordo con il proprietario “sicuramente voleva fare a meno di quelle feste con piume e schifezze varie” e questo è solo uno dei tanti, poveri, commenti.

 

Guarda il nostro video contro l’omofobia : Lettera ad un omofobo clicca qui

Seguici su Facebook : Le -mai- gioie di una lella

Seguici su Instagram : realrosydc

You may also like...