Crea sito

Sgarbi omofobo più che mai, ecco le sue parole contro gli omosessuali

vittorio-sgarbi-chi-guarda-le-partite-della-nazionale

Buongiorno, oggi lascio le serie tv e i film per parlare un po’ di attualità. Cosa è più attuale dell’elezione di Donald Trump e dei commenti che sono sorti a riguardo ? In particolare vorrei soffermarmi sui commenti rilasciati da un « critico dell’arte » italiano : Vittorio Sgarbi. Già vi stava sulle palle questo uomo per gli insulti gratuiti, la maleducazione e l’arroganza con cui si presenta credendo che la sua parola sia una specie di parola del Signore ?

Bene sappiate che in un’intervista rilasciata da poco commenta l’elezione di Trump (e ci tengo a precisare che é stato eletto non dal popolo che ha favorito la Clinton ma dai vari gruppi politici delle regioni americane) come una ‘liberazione per gli eterosessuali’. In che senso ? Nel senso che la nostra società perbenista impedisce di dare sfogo all’omofobia degli etero, costringendoli a chiamarci “gay e omosessuali“ anziche “froci, finocchi, culattoni“ e altri termini utilizzati in modo offensivo (se utilizzati in modo scherzoso con chi non se la prende nessun termine dovrebbe essere ritenuto offensivo).

Aggiunge inoltre che dopo Trump in America, Marine Le Pen in Francia, Frauke Petry in Germania in Italia a “prendere il testimone“ sarà lui, convinto poco, che si impegnerà ad eliminare questo pensiero buonista italiano. Sostiene inoltre che le unioni civili da poco ottenute in Italia siano il momento più basso per la democrazia italiana che, per darci il contentino e non per altro, ci ha zittiti dandoci un surrogato di matrimonio; naturalmente come ogni omofobo che si rispetti ha tirato fuori anche la storia del suo amico omosessuale di sinistra che “preferirebbe andare a donne piuttosto che sposarsi’. Non trattiene neanche la sua opinione riguardante le donne, sostenendo che Trump non sia un sessista solo perchè cerca di riportare il pensiero all’epoca dell’uomo primitivo rimettendo la donna a fare la brava lavandaia madre di famiglia e condannandola se cerca di farsi una carriera, ma semplicemente un uomo oggettivo e sincero.

Non si fa mancare la battuta a sfondo sessuale dimostrando in questo modo che vede la donna solo come un oggetto per darsi piacere e non ne prova nessunissimo rispetto. Ora voi, donne e omosessuali, come vi sentireste se seriamente una persona del genere prendesse il « testimone » in Italia ? Aspetto commenti

-Camilla

Seguici su : Le -mai- gioie di una lella

You may also like...