Crea sito

LGBT World Tour: tutto quello che c’è da sapere sul Portogallo.

Oggi vi racconteremo di come si vive l’omosessualità in Portogallo.

 

Per la nuova rubrica inaugurata la settimana scorsa: LGBT World, dopo aver esplorato la Francia ci spostiamo in Portogallo.

  • STORIA

Contrariamente alla Francia progressista il Portogallo essendo un paese ultraconservatore ha tardato nel riconoscere alla comunità LGBT i propri diritti. Pensate che solo nel 1983 fu legalizzata l’omosessualità (in Italia avvenne nel 1980) e solamente nel 2004 furono fatte delle leggi anti discriminazione (2000 in Italia). Non ci sono molte fonti riguardo al percorso per il riconoscimento dei diritti del Portogallo.

  • ATTUALITA’

Nonostante, come ho detto prima , il Portogallo sia un paese a dir poco conservatore le coppie omosessuali hanno conquistato nel 2001 le unioni civili (da noi passate solo lo scorso anno) e nel 2010 il matrimonio egualitario. Sono presenti diversi movimenti LGBT nel territorio, da qualche anno esiste anche una radio che trasmette le notizie riguardanti la comunity : Vidas Alternativas.

Nel 2015 per la prima volta fu discussa l’approvazione della legge per estendere l’adozione anche alle coppie omosessuali, legge passata nel 2016. Anche la comunità trans attualmente ha la possibilità di fare l’operazione per il cambio del sesso biologico e adattare in seguito i propri documenti .

  • VACANZE LGBT

In generale il Portogallo non ha delle famose località friendly o dei pacchetti vacanza estesi solo agli omosessuali (il che non è un male, vorrei precisare) ma ospita da anni uno fra i migliori festival internazionali del film lesbico in Europa e sono numerosi i gay pride che si svolgono nella capitale Lisbona, a Porto e dal 2012 anche nelle Azzorre a Ponta Delgada.

Pur non essendoci dei rilevanti villaggi gay il Portogallo è un paese stupendo con delle coste magnifiche che vale la pena visitare, in più è molto economico quindi accessibile anche a chi ha meno possibilità e vorrebbe fare una vacanza un po’ alternativa.

Se avete qualche suggerimento per il prossimo paese  della rubrica lasciatemi un commento

-Camilla

Seguici su: Le -mai- gioie di una lella

You may also like...