Crea sito

La bella e la Bestia : cancellata la programmazione in alcuni cinema per la presenza di un personaggio omosessuale

Il nuovo film della Disney non sarà proiettato in tutte le sale.

Avevo già preparato un articolo che avrei pubblicato oggi dove vi spiegavo che la Disney ci ha preso gusto ed ha deciso di inserire un personaggio a sfondo omosessuale nel film “La Bella e la Bestia“. Il personaggio in questione è Le Fou interpretato nel film da Josh Gad, amico  fedele e assistente di Gaston.

A lanciare in esclusiva la notizia era stato il noto magazine LGBT Attitude che ha intervistato il regista Bill Condon, queste le sue parole :
LeFou è un uomo che un giorno vuole essere Gaston e un altro giorno vuole baciare Gaston. Lui è confuso su ciò che vuole, ma poi si renderà conto che ha questi sentimenti. Vi dico che è una bella scena, il primo momento esclusivamente gay in un film Disney. È qualcuno che semplicemente sta realizzando di avere questi sentimenti. E Josh ha reso il tutto in maniera discreta e deliziosa

Bene, detto ciò la notizia non è più questa ad oggi, la notizia è che alcune sale cinematografiche hanno deciso di NON trasmettere il film proprio per la presenza di un personaggio omosessuale.

Nello stato Americano dell’Alabama, i proprietari di un cinema, l’Henagar Drive-in, hanno dichiarato che alla luce di tale “rivelazione” non proietteranno sui propri schermi il film, la comunicazione è arrivata tramite Facebook con questo post :

È con grande dispiacere che devo comunicare ai nostri clienti che non proietteremo La Bella e la Bestia all’ Henagar Drive-In quando uscirà. Quando le compagnie ci impongono la loro visione, noi dobbiamo prendere una posizione. Noi tutti facciamo delle scelte ed io ho fatto la mia. Per coloro che non lo sanno, La Bella e la Bestia presenterà per la prima volta un personaggio omosessuale. Il produttore dice anche che alla fine del film ci sarà una sorpresa per le coppie dello stesso sesso. Se non possiamo portare le nostre nipotine di 11 anni e i nostri nipotini di 8 anni a vedere un film, non ci interessa guardarlo. Se non posso assistere ad una proiezione con Dio e Gesù seduti accanto a me, allora non ci interessa mostrarlo. So che molti non saranno d’accordo con questa decisione. Va bene. Siamo prima di tutto Cristiani. Non faremo compromessi al ribasso con quello che la Bibbia insegna. Continueremo a proiettare film per famiglie così che possiate sentirvi liberi di venire a vedere film moralmente retti, senza preoccuparvi di sesso, nudità, omosessualità e linguaggio volgare. Grazie per il vostro supporto.

Le loro parole sono imbrazzanti ed agghiaccianti, ma per fortuna quasi tutti i commenti al post sono di persone indignate per la scelta presa dai proprietari del cinema.

Che dire, speriamo che sia un caso isolato e non dimenticate che il film esce il 16 Marzo in Italia.

Seguimi su : Ro Sy

o sulla pagina ufficiale : Le -mai- gioie di una lella

You may also like...

1 Response

  1. Fernando Bellizzi ha detto:

    Da una parte posso essere d’accordo, sull’omofobia, anche se qui di omofobo c’è poco, perchè si rivolge ai clienti, quindi la questione è prima economica. I commenti sul web a quel post andrebbero verificati se trattasi di Alabamesi (e quindi economicamente rilevanti per l’attività) o altro. Lui stesso specifica che l’omosessualità è il terzo motivo nella scala di valori che ha scelto.
    Poi c’è la sottile questione per cui i gusti degli omosessuali siano da rispettare poichè naturali, mentre il disgusto degli etero, dei bisessuali o degli assessuali (cosa sappiamo della vita sessuale della persona in questione o se da piccolo è stato abusato). Piacere e dispiacere sono emozioni naturali, valide entrambe.
    Cari omosessuali da una parte lottate per la libertà di scelta sessuale e poi criticate la scelta altrui perchè non in linea con la Vostra?