Crea sito

Buon compleanno Ellen DeGeneres, il nostro tributo ad una delle più grandi attiviste LGBT

Tutto quello che so sull’amore l’ho imparato da Ellen DeGeneres.

Compie oggi 60 anni una delle massime icone rappresentanti il mondo LGBT: Ellen DeGeneres.

Più volte definita la donna più simpatica e divertente d’America, Ellen è uno dei volti più noti della televisione, grazie al suo senso dell’umorismo travolgente e alle sue immense capacità di relazionarsi con il pubblico, toccando tanti aspetti della vita che hanno saputo tenere legate tantissime realtà differenti.

Nata nell’America degli anni cinquanta, sente fin da subito questo forte richiamo nei confronti di un mondo, quello dello spettacolo, che l’avrebbe poi consacrata tanto da essere la prima donna ad essere intervistata, alla sua prima visita, al celebre programma “The Tonight Show”.

Un carattere forte, estremamente coraggiosa, umile, con all’attivo più di 50 milioni di dollari di donazioni, ottenuti grazie al suo talk “Ellen DeGeneres show”, uno dei più famosi d’America.

Amata dal pubblico fin dall’età di vent’anni, Ellen ha contribuito a cambiare il mondo grazie alla sua immensa capacità di divertire, di ricercare sempre la meraviglia anche nelle piccole cose. Ha dedicato la sua vita a riempire l’umanità di amore e gentilezza, prendendo questo compito con grande impegno e portandolo avanti come la più fiera e forte delle guerriere.

Portavoce e attivista per i diritti della comunità LGBT, il suo è stato uno dei coming out più famosi della cultura recente. Avvenuto nel 1997 per mezzo della sit-com di cui era protagonista, in un parallelismo in cui verità e finzione si fusero assieme. Furono anni difficili per lei, tanto da essere aspramente criticata anche da celebrità del calibro di Sir. Elton John che le disse apertamente:

sappiamo che sei gay, stai zitta e continua a farci ridere”.

Era diventata il bersaglio dei media, dei magazine, dei notiziari.

Nonostante le difficoltà, il sentirsi di colpo disprezzata ed esclusa da quello stesso mondo che prima l’aveva chiamate a sé, Ellen ha continuato a credere nelle sue idee sostenendo che fosse giusto così, perché non vi era assolutamente nulla di sbagliato.

Fu un fenomeno culturale, che interessò più di 45 milioni di persone.

La gente cominciò a parlarne, tanto da smuovere la mentalità di un intero paese.

Accanto alle minacce trovarono posto anche i ringraziamenti, lettere piene d’amore e immensa riconoscenza per aver salvato e restituito una vita, a tutte quelle persone gay discriminate che pensavano al suicidio come una unica soluzione possibile.

Celebre è stata la risposta di Ellen alle controverse critiche che la definivano un’attivista:

non ho mai voluto essere un’attivista, ho sempre voluto intrattenere le persone, farle ridere e farle sentire bene. Finché non ho assistito alla discriminazione dei ragazzi gay e di quanto fosse alto il livello dei suicidi, ho dovuto ripensarci. Se farmi avanti per qualcosa che credo sia giusto fa di me un’attivista, allora sì, sono un’attivista”.

Una vita spesa a diffondere i valori giusti e a difenderli, senza dimenticare che facendo ridere era il modo migliore per insegnarli.

Nel 2016, il presidente Barack Obama le consegnò la medaglia della Libertà, la più alta onorificenza civile degli Stati Uniti.

Alla cerimonia, Obama le disse:

«è facile dimenticare oggi di quanta strada abbiamo fatto prima che i matrimoni gay fossero legali. Di quanto coraggio ci volle a Ellen per fare coming out sul palcoscenico più pubblico, quasi vent’anni fa. Quanto fu importante, non solo per la comunità LGBT ma per tutti noi. Vedere qualcuno così pieno di gentilezza, così amato, qualcuno che poteva essere una nostra vicina o una nostra collega o nostra sorella, mettere in discussione le nostre convinzioni, ricordandoci che abbiamo più cose in comune di quante pensiamo, spingendo il nostro paese nella direzione della giustizia. Che grande peso deve essere stato, rischiare la carriera per farlo. Non molti lo avrebbero fatto. E poi raccogliere le speranze di milioni di persone sulle proprie spalle. Ma è come dice Ellen: vogliamo tutti una tortilla che regga il peso del guacamole».

Buon compleanno Ellen! Che la meraviglia di questi sessant’anni ti restituisca tutto il bene e l’amore con cui tu hai colorato e cambiato la vita di migliaia di persone.

Kla Canepari

Seguici su instagram : clicca qui

Seguici su Facebook: clicca qui

Iscriviti al canale Youtube: clicca qui

You may also like...